Gli esperti dei capelli

15353

esperto-capelli-online

Chiedi un consulto gratuito a chi si occupa di capelli da più di 20 anni

L’Istituto Svizzero Dermes da oltre 20 anni è un’azienda leader in Svizzera e in Italia nel settore della tricologia. Negli anni migliaia di persone si sono affidate ai nostri esperti per trattare inestetismi del cuoio capelluto, diradamento e problemi di capelli.

Compila il modulo qui sotto per essere contattato dal nostro centro e fissare un consulto gratuito con un nostro esperto. In alternativa puoi contattare direttamente i nostri centri (presenti a Lugano, Torino, Milano, Bologna, Firenze, Roma e Catania) per fissare la data del tuo controllo che, ti ricordiamo, è gratuito e senza impegno.

I biologi che collaborano con l’Istituto Svizzero Dermes si occupano delle diverse problematiche tricologiche con competenza, esperienza e professionalità. Si precisa che non sono oggetto delle consulenze tricologiche le patologie che necessitano di una diagnosi medica poiché i trattamenti cosmetricologici proposti dal protocollo Dermes sono indicati in caso di diradamento dei capelli conseguente a cause fisiologiche e non patologiche. I trattamenti Dermes non hanno effetto su follicoli atrofizzati.

icona domanda

14 gennaio 2013

Monica, Da Roma

Sono circa due anni che ho problemi al cuoio capelluto. Circa due anni fa mi hanno mandato in menopausa farmacologica per poter effettuare un intervento di resezioni di polipi e fibromi e da allora sono iniziati i mie problemi. Ho iniziato subito a perdere molti capelli, dopo un po’ ho iniziato a soffrire di dermatite seborroica. Ad oggi la mia capigliatura si è ridotta molto e a periodi alterni ho degli episodi di dermatite (a volte non riesco neanche a pettinarmi per il dolore/bruciore del cuoio capelluto). Volevo sapere se, per la vostra esperienza, ho la possibilità di rinfoltire i miei capelli e di curare la mia dermatite che neanche il cortisone riesce a debellare. Volevo inoltre sapere quanto costa una visita presso il vostro centro.
Cara Monica,La menopausa, sia essa “naturale” od indotta, causa un grave squilibrio ormonale che sottrae alla donna la naturale protezione nei confronti delle alopecie di tipo simil-androgenetico, rappresentata dagli ormoni femminili. Questa situazione ha molto probabilmente indotto la sua caduta e scatenato la dermatite, aggravata dallo stress che deriva da questa. Esistono numerosi trattamenti per la dermatite seborroica, anche più efficaci del cortisone, che possono avere effetti sorprendenti anche sulla riduzione della caduta in quanto esse sono spesso legate: la biotina, per esempio, oppure il climbazolo o altri ancora. Chiaramente, solo valutando il caso a seguito di visita specialistica è possibile prescrivere il protocollo terapeutico più adatto! Per informazioni sulle visite e sui costi le consiglio di contattare il centro Dermes più vicino a lei.Un saluto cordiale
L’Istituto Svizzero Dermes
Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

icona domanda

08 gennaio 2013

Domanda di Stefania

Sono veramente disperata. Ho 49 anni e ho avuto sempre dei bellissimi capelli folti e ricci; con il passar degli anni i miei capelli si sono indeboliti e diradati; phon, spazzola, piastra e tinta credo che non abbiano fatto bene ai miei capelli, ma comunque la situazione era accettabile, per 3 anni ho preso il tapazole perché avevo il morbo Basedow, quindi mi hanno tolto 10 mesi fa la tiroide ed inoltre sono molto stressata da situazioni personali; prendo l’eutirox da 75 tutti i giorni e il tsh è normale, da qualche mese ho una caduta esagerata che mi sta facendo cadere in depressione, vi chiedo cosa posso fare se la causa è proprio questa? Visto che leggo spesso che la tiroide a volte dà problemi ai capelli, ma non trovo le risposte, nell’attesa di una vostra risposta vi saluto cordialmente.
Buongiorno Stefania,Posso di sicuro affermare che le tiroiditi sono tra le principali cause della caduta dei capelli nelle donne, sicuramente il periodo in cui la sua malattia autoimmune ha agito indisturbata non ha fatto bene ai suoi capelli, penserei inoltre che la grande caduta da lei patita nell’ultimo periodo possa essere riferita allo “shock ormonale” subito dopo l’intervento e per questo è da ritenersi transitorio. Chiaramente anche la situazione di deflessione dell’umore non migliora il quadro diagnostico, lo stress è una aggravante causa della caduta di capelli che deve essere contenuta se si vogliono ottenere risultati validi. Va in ultimo detto che all’età di 49 anni ci sia avvicina alla menopausa e che gli squilibri legati agli ormoni sessuali possono in alcuni casi provocare temporanee forti cadute dei capelli; in ogni caso le consiglio una visita specialistica tricologica al fine di individuare il trattamento più adeguato.Un saluto cordiale
L’Istituto Svizzero Dermes
Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

 

icona domanda

10-12-2012

Domanda di Cristina

Salve, ho 21 anni e da qualche mese i miei capelli si sono diradati e appaiono secchi e fini. Una settimana fa mi è stato diagnosticato l’ovaio policistico e mi sono stati prescritti degli integratori di acido folico e la pillola (che comincerò a prendere quando mi arriveranno le mestruazioni). Sono molto preoccupata per la perdita dei miei capelli e vorrei sapere se è possibile intervenire per evitare che la situazione peggiori. Aspetto con ansia una vostra risposta.
Gentile Cristina,
La rassicuro immediatamente, l’ovaio policistico è una delle cause principali di alopecia nelle donne giovani la quale si risolve in genere facilmente con l’assunzione della pillola e alcuni trattamenti locali. Pertanto vivi serena, nel caso la situazione non si risolvesse sarà necessaria una visita specialistica per valutare la causa specifica della sua caduta.Un saluto cordiale
L’Istituto Svizzero Dermes
Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

icona domanda

27-11-2012

Domanda di Mercedes

Ho già fatto una cura di 6 mesi di Finasteride abbinata ad una prima lozione da usare 3 volte alla settimana per un mese; trascorso questo mese ho sostituito la lozione con un’altra da mettere tutti i giorni per cinque mesi! Cosa devo dire!? Sì, un piccolo risultato, credo, di averlo avuto ma non sono assolutamente disposta ad assumere a vita Finasteride! Continuo, come mia consuetudine, a fare una cura naturale divisa in due fasi annuali (fine febbraio e fine agosto) ma…
Buon giorno Mercedes,
Le faccio presente che la somministrazione della finasteride a donne in età fertile è molto pericolosa oltre che non prevista dalla scheda tecnica del farmaco. Inoltre essa ha efficacia solo in rari casi nelle forme di alopecia femminile. Esistono numerose cure naturali che possono essere utilizzate, anche con molta efficacia, ma sono sempre da prescriversi in base alla specifica problematica che può essere diagnosticata solo con una visita specifica..Un saluto cordiale
L’Istituto Svizzero Dermes
Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

 

icona domanda

21-11-2012

Domanda di Sara

Salve, mi rivolgo a voi per avere delle risposte. Ho dei capelli lisci e molto sottili, fin da piccola ero costretta a lavarli ogni due giorni ma poi crescendo ho notato che dovevo iniziare a lavarli un giorno sì e uno no perché diventavano praticamente oleosi… E’ da un po’ di tempo che ho iniziato ad avere anche un forte prurito e ho notato che si formano della croste sul cuoio capelluto. Ho sempre pensato di avere dei capelli grassi, ma adesso la cosa inizia a diventare fastidiosa; a volte quando posso sto anche due o tre giorni con i capelli sporchi proprio per non lavarli sempre… A cosa è dovuto questo peggioramento e cosa posso fare? Vi ringrazio in anticipo per una eventuale risposta.
Buon giorno Sara,
Premetto dicendole che un principio fondamentale della tricologia è che i capelli vanno lavati quando sono sporchi: se lo sono tutti i giorni si lavano tutti i giorni, la cosa fondamentale è utilizzare i prodotti giusti a seconda del problema che la affligge. Per quanto riguarda il suo problema specifico esso potrebbe dipendere da un innumerevoli fattori tra cui una dermatite seborroica. Per poter prescrivere un trattamento corretto sarebbe dunque necessario effettuare una visita tricologica, alcuni esami ematochimici ed essendo lei una donna, anche una ecografia ovarica al fine di escludere una alopecia legata al ovaio policistico. In ogni caso mi sento di rassicurarla perché si tratta di patologie trattabili e curabili con una corretta diagnosi e trattamento.Un saluto cordiale
L’Istituto Svizzero Dermes
Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

 

icona domanda

19-11-2012

Domanda di Elena

Buonasera. Vorrei sapere se ci sono anche dei trattamenti naturali da fare a casa contro questa malattia (tricologia). A me mi cadono tanto i capelli dalla primavera il mio cuoio capelluto mo brucia e a volte mi fa anche male il giorno dopo che ho lavato capelli sono già grassi. Quando mi massaggio sto meglio.

Gentile Elena, esistono trattamenti specifici per la cura naturale dei capelli che possono essere effettuati a casa il cui scopo è quello di regolare la produzione di sebo e permettere l’asportazione dei cataboliti che sono dannosi per il cuoio capelluto e possono inficiare il normale trofismo del bulbo pilifero. La invitiamo, per valutare meglio la sua situazione, ad effettuare un controllo presso un centro tricologico, in modo da fornirle il trattamento più adeguato.

Un saluto cordiale
L’Istituto Svizzero Dermes

Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

 

icona domanda

14-09-2012

Domanda di Salvatore

Buonasera. Vi ho già scritto per porvi alcune domande in merito ai capelli.
Volevo porvi un ulteriore domanda, ringraziandovi ancora per il prezioso servizio da voi offerto.
Preciso che ho 22 anni e tanti capelli. Da un po’ di tempo ho una caduta continua, penso sia normale per una capigliatura folta. Se mi spazzolo i capelli arrivo a perderne 50 al giorno circa.
Spazzolandoli ho anche notato che non tutti i capelli che cadono hanno la stessa lunghezza. Ho i capelli di media lunghezza, la maggior parte di quelli che cadono hanno una lunghezza somigliabile, ma una minima parte sono molto più piccoli.
E’ normale? Perchè in alcuni forum si dice che non è di per sè un buon segno..
Vi ringrazio per l’aiuto.
Cordiali saluti.
Gentile Sig. Salvatore,
se ha una capigliatura folta e perde una cinquantina di capelli al giorno non c’è motivo di preoccuparsi, da un punto di vista quantitativo la caduta si mantiene entro limiti fisiologici. Se il numero di capelli corti che cadono (o di media lunghezza) dovesse aumentare vistosamente allora potremmo essere in presenza di un defluvio telogen (alopecia androgenetica) o altre forme ancora di alopecia, che meritano comunque maggiore attenzione.Cordiali saluti
L’Istituto Svizzero Dermes
Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

 

icona domanda

31-05-2012

Domanda di Salvatore

Buonasera a voi.
Volevo porgervi una domanda, fare palestra e sollevare pesi, può scatenare un aumento del testosterone e favorire la caduta dei capelli?
Vi ringrazio per la cortese attenzione.
Buona serata.
Buongiorno Salvatore,
assolutamente no, la palestra non ha nulla a che vedere con la caduta, perchè lo sforzo fisico non influenza il ciclo di vita dei capelli. Potrebbe indebolirli solo se non si accompagnasse a un’alimentazione adeguata per un lungo periodo.Un saluto cordiale
L’Istituto Svizzero Dermes
Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

 

icona domanda

05-05-2012

Domanda di Veronica

Buongiorno, volevo un vostro consiglio. Da qualche mese mi cadono i capelli, li perdo quando li lavo e la mattina quando mi alzo sul cuscino. Da 2 giorni sto prendendo adefluvina, però oggi mi sono spaventata moltissimo. Mi cadono tantissimo a ciocche anche solo sfiorandoli e ho un leggero prurito sul cuoio capelluto. Cosa posso fare?
Gentile Signora Veronica,
se la caduta va avanti da qualche mese ed è accompagnata da un leggero prurito temo che gli integratori alimentari non siano sufficienti a contrastare il fenomeno. Le consiglio di sottoporsi a visita tricologica per indagare le cause del problema. In molti casi una adeguata pulizia del cuoio capelluto e trattamenti mirati con prodotti di alta qualità permette di eliminare o contenere significativamente il diradamento. Un controllo più approfondito sarebbe opportuno.Stia bene.
L’Istituto Svizzero Dermes
Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

 

icona domanda

19-01-2012

Domanda di Antonio

Buonasera dottore,
ho compiuto 36 anni da pochi giorni e non ho mai sofferto di caduta dei capelli a parte una leggerissima stempiatura che ho da tanti anni. Ultimamente però sia la cute che i capelli sono molto grassi e sembrano unti soprattutto quando li tocchi. Ho pensato che sia una cosa psicologica perchè da poco mi è morto il cane a cui ero attaccatissimo. Vorrei chiederle se pensa possa essere un problema passeggero o qualcosa di peggio che mi potrà fare cadere i capelli. La ringrazio molto anticipatamente.
Gentile Antonio,
può trattarsi di un problema temporaneo perché la produzione eccessiva di sebo (seborrea) può avere come causa scatenante delle componenti psicologiche. Ad ogni modo le suggerisco di adoperare shampoo delicati ad azione sebo-equilibrante e di monitorare la situazione controllando che non aumenti significativamente la perdita di capelli. Se il problema dovesse persistere sarebbe opportuno effettuare una visita tricologica perché a lungo andare l’ipersecrezione sebacea può essere dannosa per la salute dei capelli fino ad accelerarne la caduta (alopecia seborroica).Un saluto cordiale
L’Istituto Svizzero Dermes
Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

 

icona domanda

18-12-2011

Domanda di Tiziana

Buongiorno, vi contatto perché sono preoccupatissima. Da circa 2 mesi ho una perdita di capelli esagerata e non credo sia dovuto alla stagione o al freddo. Ho cambiato lavoro recentemente e sono sempre molto tesa per via delle responsabilità e dei ritmi, in più da un mese sto facendo una dieta e mangio poco ma un po’ di tutto. Leggendo sul vostro sito ho visto che esiste l’alopecia da stress e temo di avere quella. Vorrei sapere cosa si fa in questi casi e se la dieta può incidere anche. Spero di ricevere una risposta in tempi brevi perchè la mia situazione è abbastanza urgente. Grazie.
Buongiorno Tiziana,
l’alopecia psicogena purtroppo è una causa di caduta dei capelli sempre più diffusa; sulla base di quanto da Lei riferito lo stress lavorativo può certamente essere il fattore scatenante. La dieta può avere un’incidenza solo se è particolarmente restrittiva oppure è carente di alcune sostanze nutritive fondamentali, ma generalmente gli effetti sui capelli si manifestano a più di un mese di distanza. Quanto allo stress psicologico i centri di tricologia possono fare poco, è il diretto interessato che deve cercare di modificare le condizioni esterne che lo alimentano o la propria reazione ad esse. Se questo non fosse sufficiente allora sarebbe consigliabile effettuare una visita tricologica e ricorrere a trattamenti tricologici mirati per rinforzare i capelli e aiutare il cuoio capelluto a fornire un “ambiente” salubre per la loro crescita.Cordialità.
L’Istituto Svizzero Dermes
Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

 

icona domanda

29-11-2011

Domanda di Savino

Buongiorno,
sono un ragazzo di 29 anni e da circa un paio d’anni ho cominciato a stempiarmi, ultimamente mi sono accorto che sto perdendo più capelli di prima e sono un po’ preoccupato perchè una leggera stempiatura non è un grosso problema ma se la cosa peggiorasse ci starei male. Volevo sapere da un esperto se assumere integratori come il bioscalin può bastare per bloccare la caduta.
Grazie mille e arrivederci.

Gentile Savino, grazie per averci contattato. L’aumento di capelli che cadono può dipendere dalla stagione autunnale e quindi essere un evento fisiologico. Il bioscalin e altri tipi di integratori possono aiutare ma, così come la migliore delle diete alimentari, spesso non sono sufficienti a contrastare il diradamento dei capelli. Per individuare l’eventuale presenza di fattori che stanno mettendo a repentaglio la salute dei suoi capelli è utile effettuare un check-up dei capelli e della cute. L’analisi dei dati raccolti permetterà di stabilire se le sue preoccupazioni sono fondate o si tratta di una caduta tutto sommato contenuta nei suoi limiti fisiologici.

Cordiali saluti
L’Istituto Svizzero Dermes

Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

 

icona domanda

15-11-2011

Domanda di Adele

Buongiorno, ho 43 anni e ho sempre avuto i capelli fini e non molto folti. La caduta è sempre stata abbastanza regolare non saprei dire se eccessiva o normale, da circa un anno però mi sono accorta di perdere più capelli e in effetti mi sembra che si stia verificando un diradamento generalizzato su tutta la testa, all’inizio mi sembrava un’impressione, ma adesso sono sicura e me l’hanno fatto anche notare. La mia dottoressa mi ha consigliato degli integratori e uno shampoo alle erbe, ma io sono preoccupatissima, perché la mia alimentazione è sana e mangio già tanta verdura e frutta e non sono nemmeno particolarmente stressata, di cosa potrebbe trattarsi visto che sono ancora giovane?

Gentile Signora, gli integratori possono aiutare perché, come dice la parola stessa, vanno ad “integrare” una dieta corretta. Lei però riferisce che la sua alimentazione è sana quindi può essere che ci sia qualcosa d’altro e il semplice integratore non sia sufficiente o non sia adatto al suo problema di capelli. Non è un problema avere i capelli fini poiché, se ci sono, questi ricoprono tutta la testa; non è un problema nemmeno la caduta dei capelli, è una cosa naturale a patto che tutti quelli che cadono siano rimpiazzati. Il fatto che lei, e anche molte altre persone, noti una riduzione della massa dei capelli invece è un problema e potrebbe voler dire che sta perdendo dei capelli che in realtà non dovrebbero cadere, di conseguenza lei sta piano piano esaurendo il suo patrimonio di capelli. Bisogna anche considerare il fatto che gli integratori sono dei prodotti generici e che a volte vengono dati a tutte le persone indipendentemente dal problema che queste hanno; motivo per cui a volte non si hanno i risultati desiderati. Lo shampoo invece ha la sola funzione di detergere il cuoio capelluto; uno shampoo buono ci laverà bene rispetto ad uno scadente, ma non possiamo caricare un prodotto igienico di funzioni diverse da quelle che è in grado di svolgere. Tenga inoltre presente che nella vita della donna ci sono delle tappe fondamentali come la menopausa, che nel suo caso è ancora lontana, che possono contribuire ad amplificare un problema già presente. Quello che le consiglio è di effettuare un check-up del cuoio capelluto e dei capelli per poter stabilire se ci sono problematiche che impediscono ai suoi capelli un corretto ciclo fisiologico. Chieda una consulenza al centro Dermes più vicino a casa sua e vedrà che molti dubbi le verranno chiariti. (medesimo problema che in precedenza, di seguito suggerisco modifica) Una visita tricologica presso un centro specializzato le permetterà di individuare la causa della caduta e impostare la migliore strategia per contrastarla.

L’Istituto Svizzero Dermes

Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

 

icona domanda

10-11-2011

Domanda di Francesca

Salve sono un ragazzo di 27 anni, da circa 2-3 mesi o forse qual cosa in più sento un costante prurito sul cuoio capelluto e a volte delle sensazioni di dolore strane. Ho iniziato a stempiarmi qualche anno fa ma nel complesso ho ancora abbastanza capelli, non vorrei che questo fastidio alla cute significa che mi cadranno molti più capelli o comunque qual cosa di brutto. Sto già usando shampoo delicati ma non mi hanno fatto molto, o meglio per alcune ore dopo essermi lavato i capelli sento sollievo come se la cute respirasse meglio, ma poi ricomincio a sentire il prurito e un po’ di male ai capelli. Di cosa potrebbe trattarsi? Cosa mi consigliate di fare? Grazie molte.

Il prurito e l’indolenzimento cutaneo sono indici di alterazione e ci segnalano che qualcosa non funziona correttamente. Infatti un lavaggio può migliorare la situazione solo momentaneamente, come da lei riferito, ma dopo un po’ di tempo questi fastidi si ripresentano. Questo perché uno shampoo se non è specifico, non potrà mai raggiungere l’ambiente interno dove si trovano i bulbi, che sono la parte vitale che permette una fisiologica crescita dei nostri capelli. Per intervenire in modo mirato dobbiamo capire come esse vivono e soprattutto se l’ambiente che le circonda è un ambiente fisiologico che funziona correttamente. In un soggetto sano i capelli attraversano un ciclo vitale che dura da 2 a 6 anni con differenti fasi. Questo permette loro di crescere, dare la giusta copertura e cadere nel momento giusto. Per momento giusto si intende la fase telogen, in cui la cellula che produce i capelli ha già concepito un altro capello che sostituirà quello caduto. Se tutto questo funziona correttamente tutto ciò che cade viene rimpiazzato. Se invece qualcosa si interrompe, o non funziona bene, può provocare una perdita di capelli in quanto non vi è un corretto ricambio. Per verificare di cosa si tratta è necessaria un’indagine approfondita effettuando un prelievo del capello per capire se vi sono delle alterazioni a livello radicolare. In questo modo si potrà stabilire come meglio intervenire.

Un saluto cordiale
L’Istituto Svizzero Dermes

Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

 

icona domanda

07-11-2011

Domanda di Rosa

Buongiorno, io ho i capelli piuttosto deboli di natura, mi vengono sempre le doppie punte e ultimamente ne sto perdendo un po’ troppi. Ho 37 anni e da anni prendo integratori, ho provato vari prodotti e shampoo ma con risultati mediocri. Stavo pensando di venire al vostro centro di Bologna ma volevo prima sapere se effettivamente si può fare qualcosa in questi casi o l’unica cosa è prendere cheratina e usare detergenti adatti. Grazie in anticipo e arrivederci.

Il problema dei capelli deboli può essere una manifestazione esterna di una condizione non ottimale del cuoio capelluto: a volte ci si “abitua” all’idea di avere i capelli deboli perché non si va a fondo del problema. L’assunzione di integratori è finalizzata ad “integrare” un’alimentazione un po’ carente ma, nonostante siano anni che li assume mi sembra di capire che la situazione non abbia avuto fasi di miglioramento. L’uso di prodotti e shampoo porterà solo e unicamente a detergere la cute e garantire una maggiore pulizia ma non andrà a rinforzare o risanare i suoi capelli a livello delle radici. Un campanello d’allarme invece, signora, potrebbe essere la caduta di capelli che nota aumentata, le consiglio pertanto di effettuare una visita tricologica e l’esame del capello al fine di esaminare le condizioni dei capelli e del cuoio capelluto così da darle darle indicazioni più precise.

L’Istituto Svizzero Dermes

Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

 

icona domanda

03-11-2011

Domanda di Luisa

Buonasera, mio figlio Davide ha 21 anni e perde molti capelli si sta stempiando velocemente e la cosa fa soffrire lui e me. Suo padre (mio marito) ha 50 anni ed è semi-calvo, questo vuol dire che mio figlio è destinato a perderli precocemente? Il fatto è che suo padre alla sua età ne aveva ancora molti e ha iniziato a perderli solo verso i 30. Ho anche pensato che possa essere lo stress perché Davide frequenta l’università e i fine settimana lavora in un bar quindi riposa poco ed è sempre in tensione. Facendo un test del capello si riesce a capire di cosa si tratta? Vi ringrazio per la disponibilità. Arrivederci.

Gentile Signora, la sua preoccupazione è del tutto naturale e comprensibile, la perdita di capelli per un giovane di 21 anni è spesso un esperienza drammatica. Suo figlio è un ragazzo impegnato e l’idea di poter diventare calvo come il padre lo spaventa. Fortunatamente il fattore ereditario non rappresenta sempre una condanna, dato che il fenotipo di una persona è dovuto all’interazione del genotipo con i fattori ambientali (stress, smog, alimentazione, prodotti per la detersione, fumo, ecc…). In giovani che affrontano la vita universitaria uno stile di vita non appropriato può sfociare in problematiche secondarie. Le consiglio di far effettuare a Davide una visita tricologica al fine di individuare la causa della sua caduta ed eventualmente determinare il rischio che si tratti di una forma androgenetica per trovare una soluzione adatta al suo caso.

L’Istituto Svizzero Dermes

Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

 

icona domanda

19-11-2012

Domanda di Elena

Buonasera.
Vorrei sapere se ci sono anche dei trattamenti naturali da fare a casa contro questa malattia (tricologia). A me mi cadono tanto i capelli dalla primavera il mio cuoio capelluto mo brucia e a volte mi fa anche male il giorno dopo che ho lavato capelli sono già grassi. Quando mi massaggio sto meglio.

Gentile Elena, esistono trattamenti specifici per la cura naturale dei capelli che possono essere effettuati a casa il cui scopo è quello di regolare la produzione di sebo e permettere l’asportazione dei cataboliti che sono dannosi per il cuoio capelluto e possono inficiare il normale trofismo del bulbo pilifero. La invitiamo, per valutare meglio la sua situazione, ad effettuare un controllo presso un centro tricologico, in modo da fornirle il trattamento più adeguato.

Un saluto cordialeL’Istituto Svizzero Dermes

Per ulteriori valutazioni riguardo al suo problema le consigliamo di riservare una consulenza riservata presso il centro Dermes più vicino compilando l’apposito form di prenotazione gratuito o telefonando direttamente al centro Dermes

 

Vota questo articolo