Mineralogramma del capello

15020

A cosa serve il mineralogramma

Il mineralogramma è l’analisi del capello che permette di rilevare la quantità e la qualità dei minerali (oligoelementi) presenti nel capello. L’obiettivo è quello di evidenziare eventuali carenze di sostanze importanti per la salute dei capelli o, al contrario, la presenza di sostanze nocive per la crescita di capelli sani.

Come si esegue il mineralogramma

analisi calvizie esame calvizie mineralogrammaIl test del mineralogramma consiste nel microincenerimento di circa mezzo grammo di capelli prelevati dal cuoio capelluto nella zona della nuca, eseguito in ambiente sterile a temperature elevatissime. Il materiale ottenuto attraverso l’incenerimento viene successivamente analizzato con uno spettrofotometro di massa ad assorbimento atomico, che permette di verificare la composizione di oligoelementi presenti nei capelli. Gli oligoelementi sono sostanze minerali presenti in quantità piccolissime, ma indispensabili per la salute dei capelli e dell’intero organismo.

Mineralogramma e analisi dei capelli inceneriti

I minerali restano incorporati nei capelli per tutta la durata del loro ciclo di ricrescita rispecchiando fedelmente lo stile di vita, lo stato psico-fisico e la dieta alimentare della persona sotto esame. Per questo motivo il mineralogramma è utilizzato non solo per l’analisi tricologica, ma anche nelle visite mediche come esame integrativo delle analisi del sangue. Così, ricorrendo a un’analogia, possiamo dire che come nel tronco dell’albero è inscritta la sua storia di vita, rappresentata in strati che si sovrappongono in larghezza, così il fusto del capello incorpora le tappe della sua storia di vita e ce le mostra in strati che si sovrappongono in lunghezza. Questo vuol dire che se vengono prelevati capelli della lunghezza di 3 cm, considerando che crescono in media 1 cm al mese, è possibile datare in 3 mesi il valore temporale della composizione chimica rilevata e sfruttare questo dato per individuare i fattori deleteri intervenuti in quel periodo.

Risultati del mineralogramma

La valutazione dei risultati del mineralogramma deve tener conto che:

  • i capelli molto scuri contengono più rame;
  • i capelli neri contengono più magnesio;
  • nei capelli castani si trova più piombo;
  • i capelli rossi contengono più ferro;
  • i capelli biondi contengono meno zinco rispetto agli altri;
  • nei capelli delle donne si rileva più rame, magnesio, cobalto e nichel;
  • i capelli bianchi contengono livelli inferiori di rame e manganese;

La prova del mineralogramma fornisce indicazioni estremamente utili per:

  • stabilire carenze di oligoelementi da integrare attraverso un’alimentazione più bilanciata;
  • evidenziare la presenza di una quantità anomala di radicali liberi a causa di:
    1. irrancidimento del sebo in eccesso;
    2. stress;
    3. dieta poco equilibrata;
  • rilevare una elevata presenza di piombo come indice di inquinamento ambientale o alimentare;
  • rilevare un deposito eccessivo di tossine da fumo di sigaretta;
  • modulare l’eventuale trattamento tricologico sulle specifiche esigenze del soggetto esaminato.

Infine non va dimenticato che i capelli demineralizzati crescono più sottili, deboli e sfibrati. Il mineralogramma del capello serve anche a valutare i rischi di una precoce caduta dei capelli nelle donne e negli uomini.

Mineralogramma del capello
3.73 (74.55%) 11 voti