Fisiologia dei capelli sani

11183

Capelli e peli

I capelli sono peli comuni e, per la precisione, rientrano nella categoria dei peli terminali. I peli si dividono in:

Peli vellus

Sono piccoli e quasi invisibili, simili a lanugine e distribuiti su quasi tutta la cute umana, compreso il cuoio capelluto. Questi peli sono radicati in follicoli di piccole dimensioni, ma hanno ghiandole sebacee voluminose;

Peli terminali

Più spessi, lunghi e pigmentati, sono localizzati sul cuoio capelluto e in altre aree della cute, come arti, pube, ascelle e, per gli uomini, sul volto. Questi peli affondano in follicoli di più grandi dimensioni rispetto ai peli vellus, ma con ghiandole sebacee ridotte.

Essendo il capello un pelo comune, come tutti i peli, si sviluppa a partire dal follicolo pilifero. Quest’ultimo è alloggiato nel tessuto sottocutaneo (ipoderma), ed è per questo che la distanza tra il punto di emersione del capello sulla cute e il follico può arrivare a un centimetro. La ghiandola sebacea, invece, si innesta nel follicolo pilifero all’altezza del derma, quindi si trova vicina all’epidermide e alla superficie del cuoio capelluto. L’unione del follicolo pilifero con la ghiandola sebacea dà vita all’apparato pilosebaceo.

cheratina capelli sani

Capelli sani

I capelli sani e naturalmente sviluppati sono composti da tre parti:

Fusto (o Stelo)

La parte esterna al follicolo, visibile sul cuoio capelluto, con uno spessore medio nell’adulto di 65-78 micron. È la parte morta del capello, formata da cellule totalmente cheratinizzate che hanno perso le loro funzioni vitali, ma hanno acquistato resistenza grazie all’alta concentrazione di una proteina fibrosa, straordinariamente resistente, la cheratina;

Radice

La parte interna al follicolo, non visibile perché immersa nella cute dei capelli fino a raggiungere il derma. È la parte viva del capello, che ne assicura la crescita e il rinnovamento;

Bulbo pilifero

Il bulbo pilifero è posizionato ancora più in profondità rispetto alla radice, nella porzione inferiore del follicolo pilifero, dove si innesta la papilla dermica ricca di terminali nervosi e vasi sanguigni. La papilla dermica dà origine a una matrice di cellule germinative che, riproducendosi, spingono verso l’alto quelle create in precedenza. È durante la risalita delle cellule verso la cute che avviene il processo di cheratinizzazione che irrigidisce il capello, devitalizzandolo e dando origine al fusto.

Di conseguenza, per rinforzare i capelli non serve a nulla tagliarli corti o rasarli, poiché, in questo modo, si sta soltanto amputando il fusto, cioè la parte già morta del capello. L’unico reale effetto positivo del tagliare i capelli corti consiste nel ridurre la traumatizzazione da lavaggi, pettinature e spazzolature; questa prassi, che non incide minimamente sui livelli di cheratina nei capelli, non serve a rinforzare i capelli, ma a evitare di indebolirli. Per avere capelli sani non basta tagliarli.

Fusto del capello sano

Sezionando un capello in senso orizzontale si possono individuare i tre strati che ne costituiscono la struttura:

Cuticola

E’ lo strato più esterno, formato da cellule trasparenti e sottili (spessore 0,2/0,5 micron). La cuticola protegge l’integrità del capello, ma essendo esposta all’esterno è la prima a essere danneggiata dagli agenti ambientali. L’eccessiva esposizione a sostanze aggressive, shampoo inadeguati, permanenti, spazzolature continue, per fare alcuni esempi, tendono a rovinare la cuticola mettendo a repentaglio la salute dei capelli.

Corteccia

Si trova al di sotto della cuticola e costituisce lo strato più spesso del capello (fusto), determinandone forma e consistenza. Un fascio di macrofibrille, disposte verticalmente in file parallele, contengono pigmenti colorati, la melanina, che conferisce colore ai capelli. Questi pigmenti si riducono numericamente con l’avanzare dell’età dando luogo al processo di incanutimento, per il quale i capelli diventano bianchi.
rinforzare-capelli-crescitaQuando utilizziamo prodotti per cambiare il colore dei capelli o decolorarli, quando li ossigeniamo o utilizziamo permanenti, shampoo o detergenti per capelli alcalini, i capelli subiscono modifiche chimiche al livello della corteccia (alterazioni corticali), ed è qui che avviene la mutazione del colore, dato che la cuticola, lo strato più esterno e privo di melanina, è trasparente per natura. A questo punto, se i capelli venissero esaminati (test del capello) con un microscopio a forte ingrandimento, presenterebbero danni evidenti su tutta la struttura e in particolare al livello della cuticola. Capelli prelevati da un qualunque punto del cuoio capelluto potrebbero facilmente risultare del tutto privi di cuticola, scomparsa sotto l’effetto di agenti chimici dannosi. Insomma non sarebbero già più capelli sani. Problemi di doppie punte e capelli sfibrati, sono piuttosto diffusi; in questi casi occorre intervenire con trattamenti tricologici mirati a rinforzare i capelli sia a livello cuticolare, che corticale.

Midollo

Risiede nella parte più interna del fusto ed è formato da cellule piuttosto arrotondate, disposte in colonne, generalmente separate da cuscinetti d’aria con la funzione di proteggere il capello dal freddo.

Capelli sani: i tricologi Dermes consigliano

Permettere la naturale crescita dei capelli, astenendosi da condotte che minano la loro salute attraverso l’uso di sostanze inadeguate e dannose, o trattamenti stressanti, è uno dei modi migliori per prevenire la caduta e mantenere capelli sani. Capelli fini, deboli e sfibrati sono un segnale di sofferenza che potrebbe preludere a una caduta precoce, qualcosa non sta andando per il verso giusto. Il check-up del capello ed, eventualmente, un trattamento per stimolare la ricrescita di capelli sani, potrebbe essere il rimedio giusto al momento giusto.

Il problema delle doppie punte (tricoptilosi), cioè la fissurazione longitudinale del fusto del capello, è spesso causata da ripetute pettinature di capelli che hanno già perso la cuticola a seguito di trattamenti fisico-chimici inappropriati. In questi casi, per esempio, proteggere la salute dei capelli significa prima di tutto evitare di indebolirli fino a rischiare di perderli. Quando il problema è ormai evidente, l’esame del capello in un centro di tricologia diventa fondamentale per evidenziare i fattori deterioranti. Intervenire rapidamente con il giusto trattamento tricologico permette di ritornare ad avere capelli sani e forti.

Fisiologia dei capelli sani
3.33 (66.67%) 3 voti