L’iperidrosi o sudorazione eccessiva

40242

La sudorazione è un fenomeno del tutto naturale utilizzato dal nostro organismo per regolare la temperatura del corpo. In estate o quando facciamo attività fisica infatti sudiamo di più perché il nostro corpo ha la necessità di abbassare la temperatura interna per mantenerla intorno ai 37 gradi. Viceversa in inverno sudiamo meno perché il nostro organismo ha la necessità opposta, ossia quella di non far scendere la temperatura sotto la soglia minima: questo meccanismo di autoregolazione della temperatura in biologia viene definito omeostasi.
iperidrosiPer alcune persone, tuttavia, questo meccanismo non funziona correttamente dando origine ad una sudorazione eccessiva definita iperidrosi che può colpire tutta la superficie corporea compreso il cuoio capelluto. L’iperidrosi può avere molteplici cause, in generale possiamo distinguere fra:

  • iperidrosi priva di cause specifiche
  • iperidrosi secondaria dovuta a vere e proprie patologie

L’iperidrosi senza cause specifiche

Si tratta di iperidrosi non generata da scompensi del nostro organismo ma da cause essenzialmente psicologiche come ansia o nevrosi. In questi casi l’eccessiva sudorazione è associata a un evento (senso di insicurezza, incertezza etc.) che scatena un attacco di iperidrosi che genera imbarazzo nella persona colpita con conseguente aggravarsi della condizione psicologica. Si tratta di una tipologia di iperidrosi le cui cause sono molto difficili da rimuovere in quanto afferenti alla sfera emozionale dell’individuo.

L’iperidrosi secondariasudore-capelli

L’iperidrosi secondaria al contrario della prima tipologia ha cause molto più definibili a livello fisico. Può essere infatti dovuta a:

  • ipertiroidismo
  • obesità
  • menopausa

In tutti questi casi è comunque possibile osservare uno scompenso a livello ormonale che agisce sul nostro organismo generando la sudorazione eccessiva che ovviamente, può intaccare la cute rendendola umida e biancastra.

I problemi del cuoio capelluto dovuti all’iperidrosi

L’accumulo di sudore in eccesso sul cuoio capelluto può causare prurito insistente e una sgradevole sensazione di cattivo odore proveniente dalla cute, soprattutto se non si ha l’abitudine di lavare frequentemente i propri capelli. Questo perché il sudore altera l’equilibrio idro-lipidico dell’epidermide con conseguente proliferazione di agenti esterni batterici.
Un ulteriore problema a cui possono andare incontro le persone affette da iperidrosi sono i capelli unti: questa affezione della cute si manifesta perché il sebo in eccesso viene sciolto dal sudore e diventa oleoso rendendo i nostri capelli grassi. Per questo motivo spesso l’iperidrosi viene scambiata con la seborrea anche se, in realtà, si tratta di due problemi differenti del cuoio capelluto.
iperidrosi cuteUno dei rimedi agli effetti sgradevoli dovuti all’iperidrosi è sicuramente l’utilizzo di prodotti detergenti adeguati alle esigenze della nostra cute. La scelta di un prodotto specifico o di un trattamento efficace e mirato per la nostra situazione può avvenire solo dopo aver eseguito un approfondito esame dei capelli in grado di mettere in evidenza il nostro problema e i possibili rimedi tricologici.

L’iperidrosi o sudorazione eccessiva
3 (60%) 5 voti

CONDIVIDI