La caduta di capelli dopo il parto: cause e rimedi possibili

29512

perdita capelli post partumLa perdita di capelli post-parto è un avvenimento molto diffuso e sentito fra le neo-mamme. A distanza di 3-4 mesi dalla fine della gravidanza (in pratica durante l’allattamento) molte donne subiscono infatti una caduta di capelli che, tecnicamente, viene definita defluvium post-partum. La prima domanda che si pongono le neo-mamme in questi casi è: perché mi cadono così tanti capelli? È normale?

Non è il tuo problema?

Fatti guidare

Risolvi il tuo problema

Scopri come

Scopri la linea

Vai al negozio

Le cause principali della perdita di capelli: ormoni e carenze alimentari

Una delle ragioni principali della abbondante perdita di capelli è la forte presenza degli estrogeni durante la gestazione. Questi ormoni, infatti, hanno la peculiarità di allungare il ciclo di vita dei capelli nel periodo della gravidanza ma, dopo il parto, la loro presenza si riduce bruscamente causando la caduta di tutti i capelli che hanno avuto un ciclo vitale più lungo.

Gli ormoni, tuttavia, non sono la sola ragione che può scatenare la caduta dei capelli post-partum. Una carenza nutrizionale, infatti, può contribuire a rendere la caduta più abbondante e prolungata nel tempo suscitando preoccupazione e notevoli ripercussioni psicologiche.

Come è stato dimostrato da alcuni studi scientifici, la mancanza di proteine e vitamine può aggravare la caduta di capelli e impedire una corretta ricrescita. Nei casi di carenze nutrizionali, infatti, i capelli crescono deboli, sottili e con la tendenza a spezzarsi facilmente.

Quanto dura la caduta dei capelli dopo il parto?

Prima di tutto, bisogna ricordarsi che la perdita dei capelli post partum è un evento fisiologico, perciò non c’è da preoccuparsi.
Molte neo mamme però patiscono questa situazione, perché, si sa, la caduta dei capelli nelle donne è vissuta con disagio, in quanto si ritiene di perdere femminilità a livello estetico.
Si tratta quindi di un fenomeno transitorio, che dura normalmente circa 3 mesi; dopodiché la caduta cessa spontaneamente, e la chioma ritorna nelle condizioni precedenti.

In certi casi però il fenomeno può protrarsi oltre questo periodo, pertanto è necessario intervenire a livello estetico con dei rimedi per la caduta dei capelli dopo la gravidanza.

La perdita dei capelli durante l’allattamento

Dopo la gravidanza, alcune mamme riscontrano un’abbondante perdita di capelli, affidando la colpa all’allattamento. Come abbiamo visto, questo fenomeno è causato principalmente dalla brusca diminuzione degli estrogeni, perciò i capelli cadono molto più velocemente rispetto a una caduta fisiologica che sarebbe stata graduale nei nove mesi di gravidanza.
Oltre a ciò, durante l’allattamento il corpo produce prolattina, un ormone che rende i capelli più deboli e rende più veloce il passaggio dalla fase di crescita a quella di caduta.

Quali sono i rimedi possibili per contrastare la perdita di capelli post parto?

Laddove la caduta di capelli post partum non si risolva spontaneamente dopo alcuni mesi, il consiglio è quello di utilizzare trattamenti anticaduta, accostati a prodotti per capelli rinforzanti e nutrienti.

In particolare, quali benefici derivano da un trattamento anticaduta?

  • il cuoio capelluto sarà riequilibrato, poiché verrà ripristinato l’equilibrio idrolipidico e, in questo modo, verrà contrastata la caduta dei capelli;
  • i capelli appariranno rinforzati, in quanto le fiale anticaduta svolgono la funzione di ispessire il capello, nutrendolo fin dalla radice;
  • la microcircolazione sanguigna dei follicoli piliferi sarà stimolata così che i capelli ricresceranno forti e in salute.

Inoltre, l’applicazione di sostanze nutritive, combinata al massaggio del cuoio capelluto è consigliata per coadiuvare l’effetto dei trattamenti. Infatti, utilizzando lozioni rinforzanti, i bulbi piliferi vengono nutriti e così la crescita dei capelli viene stimolata, ottenendo quindi una chioma rinforzata in tutta la sua struttura.

[kkstarratings]