Capelli perfetti con la permanente? Ecco i rischi

27191

danni permanente capelliSicuramente uno dei trattamenti più conosciuti dal pubblico femminile per dare volume ai propri capelli è la permanente. La storia della permanente, tuttavia, è costellata da alti e bassi e già ai suoi esordi (agli inizi del ‘900) si racconta di donne che, per provare questa innovativa tecnica di acconciatura, rischiarono seriamente di sperimentare in prima persona la calvizie.

Da allora la scienza ha fatto passi da gigante e le attrezzature utilizzate per eseguire la permanente sono sempre più rispettose dei capelli delle donne. Tuttavia, per effettuare una permanente, è bene affidarsi ad esperti parrucchieri perché ancora oggi questo trattamento può danneggiare i capelli e comprometterne lo stato di salute.

Non è il tuo problema?

Fatti guidare

Risolvi il tuo problema

Scopri come

Scopri la linea

Vai al negozio

Cosa avviene ai nostri capelli durante la permanente?

Durante il trattamento i capelli, avvolti in ciocche intorno ad una serie di bigodini, subiscono una trasformazione chimica grazie all’applicazione di sostanze molto aggressive che alterano in modo permanente (da qui il nome di questa tecnica) la struttura del capello rendendolo mosso, riccio oppure, in alcuni casi, anche liscio (in questo caso si definisce contropermanente). Con la permanente si modifica parzialmente l’aspetto dei capelli, la loro direzione di crescita e si ottiene una maggiore tenuta della pettinatura a prescindere che questa sia mossa o liscia.

L’intervento di un esperto parrucchiere si rende necessario soprattutto per valutare quale tipo di sostanza chimica sia necessario applicare su una determinata e specifica  tipologia di capelli. Esistono infatti sostanze alcaline o acide a seconda del risultato finale che si desidera ottenere.

La permanente può danneggiare i capelli?

Effettuare un trattamento permanente su capelli sottili e fragili può seriamente compromettere la salute di una chioma, soprattutto se viene ripetuto più volte. Una permanente effettuata su capelli fragili può, infatti, danneggiare seriamente il fusto del capello rendendolo rovinato e con la tendenza a spezzarsi anche molto tempo dopo il trattamento.

In questi casi le donne riferiscono di “capelli rovinati” o “bruciati” dalla permanente e, notevolmente adirate con i propri parrucchieri, cercano di rimediare all’accaduto grazie a rimedi “fai da te” utilizzando magari integratori o applicando maschere per capelli.

Come rimediare ad una permanente riuscita male?

Per contrastare i danni che la capigliatura ha subito a seguito di una permanente riuscita male e anche per donare ai fusti dei capelli una nuova vitalità, ISD nel suo catalogo presenta un trattamento ricostituente e prodotti per la fase igienica.

Il trattamento tricologico permette di nutrire in profondità la capigliatura denutrita, sfoltita e debole, migliorando anche la qualità del cuoio capelluto e del fusto dei capelli.

L’azione invece dei prodotti per la fase igienica è volta a proteggere capelli e cuoio capelluto donando nuova elasticità, morbidezza e idratazione ai fusti dei capelli. Non solo: questo tipo di prodotti nutrendo e idratando i capelli sono in grado anche di rinforzarli, ripararli e proteggerli dalle aggressioni esterne.