Cellule staminali in grado di far crescere i capelli: un recente studio

321

Il team del Sanford Burnham Prebys Medical Discovery Institute ha ottenuto un importante risultato scientifico che potrebbe rivoluzionare il campo della tricologia in ambito di ricrescita di capelli.

Durante il meeting annuale dell’International Society for Stem Cell Research, tenutosi lo scorso 27 giugno 2019, gli scienziati hanno parlato della loro ricerca, pubblicata su Plos One, in base alla quale, grazie all’utilizzo di cellule staminali pluripotenti indotte umane (iPsc), hanno creato capelli dall’aspetto naturale, cresciuti attraverso la pelle.
Gli scienziati hanno ricevuto il Merit Award e la Stemson Therapeutics ha concesso la licenza a questa nuova tecnologia sviluppata.

Non è il tuo problema?

Fatti guidare

Risolvi il tuo problema

Scopri come

Scopri la linea

Vai al negozio

Lo studio di Sanford Burnham Prebys sulle cellule staminali per la crescita dei capelli

cellule staminali capelliIl team di Sanford Burnham Prebys, guidato da Alexey Terskikh, professore associato di Sanford Burnham Prebys, co-fondatore e capo scientifico della società Stemson Therapeutics, ha studiato dal 2015 un tipo di cellula, la papilla dermica, che si trova all’interno del follicolo pilifero.
Questa cellula è in grado di controllare la crescita dei capelli, ma anche il loro spessore e la loro lunghezza, oltre che lo stesso ciclo di crescita.

Le papille dermiche, da sole, non possono essere utilizzate per il trapianto dei capelli, in quanto non possono essere ottenute in quantità sufficiente e, in più, perdono rapidamente la propria capacità di produrre follicoli piliferi in cultura.

Pertanto, come ha affermato Terskikh:

Abbiamo sviluppato un protocollo per guidare le cellule staminali pluripotenti umane a differenziarsi nelle cellule della papilla dermica e confermato la loro capacità di indurre la crescita dei capelli quando trapiantati nei topi.

In questo modo, Terskikh ha creato papille dermiche a partire da cellule staminali pluripotenti umane (iPSCs) e, così facendo, è stato in grado di fare crescere capelli nei topi, a livello sottocutaneo.

Il modello di questa ricerca contro le calvizie

La ricercatrice principale dello studio, l’italiana Antonella Pinto, ha consegnato nella presentazione ISSCR l’approccio dettagliato della ricerca.
Esso è costituito da un ponteggio 3D biodegradabile che controlla la direzione della crescita dei peli e coadiuva le cellule staminali a integrarsi sotto pelle. Al momento, il protocollo si basa su cellule epiteliali di topo, associate a cellule di papilla dermica umane.

Gli sviluppi della ricerca anticaduta dei capelli

Ora abbiamo un metodo robusto e altamente controllato per generare capelli dall’aspetto naturale che crescono attraverso la pelle, utilizzando una fonte illimitata di cellule di papilla dermica derivate da iPsc umane. Questa è una svolta fondamentale nello sviluppo di terapie per la perdita dei capelli a base di cellule e il campo della medicina rigenerativa

ha dichiarato Terskikh.

Attualmente è in corso nel laboratorio di Terskikh la derivazione della parte epiteliale di un follicolo pilifero dalle cellule staminali pluripotenti umane. In questo modo, si potranno generare follicoli piliferi umani, pronti per il trapianto, in quantità illimitata. Infatti le iPsc forniscono un rifornimento costante e possono essere ricavate da un semplice prelievo di sangue.

Nonostante il grande passo avanti della tecnologia in campo tricologico, gli studi attualmente sono in fase sperimentale. In attesa di risultati certi, se si hanno problemi di caduta di capelli e nel caso in cui il follicolo sia ancora produttivo, è opportuno utilizzare trattamenti anticaduta per correggere, stimolare e nutrire il cuoio capelluto, associati a prodotti contro la caduta dei capelli, da utilizzare nella regolare prassi igienica.