Cute secca o Asteatosi

177659

La cute secca dei capelli (asteatosi) è un problema molto diffuso che sorge soprattutto nei periodi autunnali e invernali, quando l’aria solitamente è più secca. Fonte di fastidiosi inestetismi, come la forfora, la cute secca è causata dallo scarso contenuto idrolipidico della pelle, che costituisce anche una possibile causa della stessa forfora, dei capelli secchi e del prurito alla testa. Al variare del rapporto di prevalenza fra carenza di acqua (idro) e carenza di grassi (lipidi) abbiamo tre distinti problemi del cuoio capelluto.

Analizziamoli a seguire.

cute secca e prurito al cuoio capelluto

CUTE SECCA DISIDRATATA

Prevale la carenza idrica (disidrosi) e si verifica quando le ghiandole sudoripare non funzionano correttamente impedendo un sufficiente afflusso d’acqua sulla cute dei capelli. L’acqua infatti assolve alle seguenti funzioni:

  1. protegge dal calore eccessivo attraverso la termoregolazione della superficie del cuoio capelluto;
  2. idrata la cute dei capelli impedendo l’asteatosi;
  3. favorisce la distribuzione del sebo su cute e capelli;
  4. difende il cuoio capelluto dagli agenti ambientali e batterici esterni (sole, inquinamento, batteri, ecc.).

CUTE SECCA ALIPIDICA

Prevale il deficit di grassi (lipidi) e si verifica quando le ghiandole sebacee non producono una quantità sufficiente di sebo, creando la condizione opposta della seborrea. Il sebo, oltre a impedire alla cute di diventare secca e rugosa, è fondamentale perché:

  1. agisce come una pellicola protettiva sulla cute dei capelli;
  2. impermeabilizza e lubrifica il fusto del capello.

CUTE SECCA DISIDRATATA E ALIPIDICA

Unisce i deficit sopra descritti producendo asteatosi, ovvero la cute si secca a causa della doppia carenza di acqua e sebo allo stesso tempo.

Non è il tuo problema?

Fatti guidare

Risolvi il tuo problema

Scopri come

Scopri la linea

Vai al negozio

Cause cute secca

cause cute secca e asteatosiL’asteatosi può essere causata da cause interne e/o esterne:

FATTORI INTERNI (disfunzioni organiche):

  1. disfunzioni delle ghiandole sudoripare. L’acqua prodotta (sudore) è insufficiente e la cute dei capelli diventa secca, arida;
  2. disfunzioni delle ghiandole sebacee. La secrezione di sebo è insufficiente e causa cute secca e rugosa;
  3. autointossicazione. Disidratazione cutanea per eccesso di eliminazione dei sali minerali a livello cellulare;
  4. avitaminosi. Insufficiente assunzione di vitamina A.

FATTORI ESTERNI:

  1. fattori ambientali. Ambienti troppo freddi riducono drasticamente la sudorazione della cute causando disidratazione;
  2. fasi igieniche troppo essiccanti. L’uso di shampoo alcalini e molto sgrassanti può provocare l’impoverimento di grassi sulla cute e dare origine all’asteatosi;
  3. lozioni per capelli troppo alcoliche. Gli alcoli non dovrebbero mai essere usati, se non con grande prudenza, a causa degli effetti essiccanti e disidratanti che hanno sulla cute;
  4. abuso di sostanze alcalino-riducenti-ossidanti. Queste sostanze sono composte da cheratoliti, cioè prodotti che disgregano la cheratina rendendola friabile, fragile e disidratata;
  5. phon con aria troppo calda. Il calore troppo secco e intenso disidrata la cheratina e la rende debole e friabile; in particolare questo fenomeno si verifica quando i capelli e la cute passano troppo in fretta da una fase in cui sono bagnati a una fase in cui sono asciutti e surriscaldati.

Cute secca e forfora secca

cute secca e forfora
Quando la cute secca si verifica in combinazione con la produzione di forfora assistiamo alla formazione di squame secche, fini e biancastre, sovente accompagnate da prurito alla testa, ma senza un vero e proprio dolore alla cute dei capelli e tantomeno rischi di dermatite seborroica. La secchezza della cute, inoltre, favorisce la produzione di forfora per via dell’accelerazione del ricambio cellulare che si verifica sul cuoio capelluto. Le cellule muoiono prima, si compattano in agglomerati e divengono forfora.

In più, in alcuni casi, l’assenza del mantello acido-idro-lipidico impedisce alla cute secca l’attività autosterilizzante che una cute sana di solito garantisce. Quando questo difetto si combina con la produzione di forfora viene a crearsi un habitat favorevole alla proliferazione dei microrganismi patogeni che sviluppano le infezioni.

Cute secca e capelli secchi

I capelli secchi sono per molti un problema estetico perché la secchezza conferisce alla capigliatura il cosiddetto “effetto paglia”. Agenti irritanti (cloro e acqua marina), trattamenti eccessivamente aggressivi (tinte e decolorazioni), utilizzo di prodotti per capelli inadeguati: queste sono alcune delle cause che portano ad avere i capelli aridi e secchi.

Inoltre quando ai capelli secchi si accompagna anche la cute secca, è possibile che le ghiandole sebacee non producano la giusta quantità di sebo, necessario per dare la corretta lubrificazione ai capelli. Oppure è probabile che le ghiandole sudoripare non funzionano come dovrebbero e pertanto non danno il giusto apporto di acqua alla cute. Talvolta queste due cause possono essere combinate tra loro.

I rimedi per la cute secca

Ci si può prendere cura della cute dei capelli secca con trattamenti tricologici basati su sostanze rigeneranti, idratanti e nutrienti. Pertanto dei trattamenti per capelli formulati correttamente dovranno avere queste caratteristiche:

  • apportare dall’esterno grassi e acqua in quantità appropriata a nutrire la cute;
  • utilizzare grassi idrofili e di origine naturale per assicurare il giusto nutrimento della cute;
  • supportare il trattamento locale con un buon massaggio del cuoio capelluto che ha la funzione di:
    1. disperdere le stagnazioni di tossine che induriscono la cute e comprimono i capillari sanguigni;
    2. produrre la vasodilatazione dei capillari favorendo l’apporto di sostanze nutritive (anabolismo);
    3. stimolare la secrezione sebacea o, in altri termini, la produzione di sebo essenziale per combattere la cute secca dei capelli.

Shampoo per cute secca

Anche prestare attenzione a quali prodotti si utilizzano per lavare i propri capelli è di fondamentale importanza quando la cute è secca. Uno shampoo inadeguato può addirittura peggiorare il problema.
Lo shampoo per cute secca deve contenere al proprio interno ingredienti che abbiano un’azione antibatterica, stimolante della microcircolazione dermica e rimineralizzante. Inoltre la funzione di uno shampoo nutritivo per la cute è anche quella di idratare, rinforzare e mantenere i capelli lucidi.

I rimedi naturali per la cute secca

Oltre ad affidarsi a trattamenti e prodotti per cuoio capelluto secco, si può svolgere un’azione quotidiana di idratazione della cute attraverso dei rimedi naturali.

Per esempio:

  • Impacco di olio di Jojoba: si può applicare prima dello shampoo con un massaggio, lasciandolo agire per circa 30 minuti. Questo tipo di olio lenisce la cute, alleviando il prurito;
  • Maschera al tuorlo d’uovo: particolarmente indicata per nutrire la cute, l’uovo, insieme ad altri ingredienti come l’olio di oliva, può essere applicato su cute e capelli prima del lavaggio. È consigliabile tenere la maschera in posa per circa 30 minuti per poi risciacquarla con uno shampoo molto delicato;
  • Impacco con yogurt: sostanza dalle proprietà nutritive, lo yogurt combatte la secchezza del cuoio capelluto e il prurito. Si può ottenere un composto da applicare direttamente sulla cute aggiungendo un uovo o del miele che hanno un’importante azione idratante.
4.3
78